martedì 14 gennaio 2014

Il segreto del matrimonio? Le palle

Questa mattina mi sono svegliato e ho letto: 
"Il segreto del matrimonio? Essere senza figli".
E ora me lo dite? 
Secondo uno studio britannico della Open University, le coppie sposate senza prole sarebbero le più soddisfatte.Per fortuna ho letto questo articolo di Repubblica, ma anche del Corriere, da solo in casa, senza moglie e soprattutto senza bambini.L'entusiasmo del fondamento scientifico mi ha fatto pensare che sarei potuto essere davvero più felice, meno stressato, più pronto a dare attenzioni a mia moglie e soprattutto avrei fatto più sesso, scusate volevo dire l'amore."Mannaggia bim bum bam, adesso come si fa?"

Gli scenari possibili sono stati:
  1. Lascio tutto e tutti per ricominciare da capo.
  2. Chiedo adozione di DA1 e DA2.
Poi ad un certo punto ho sentito qualcuno bussare:
"Amico, tu credi che il matrimonio o la tua storia senza figli riesca come in un film d'amore?"
"Veramente avrei più tempo per tante cose, soprattutto per essere un compagno migliore".
"STUPIDO CERVELLO"

Ho messo la testa sul vetro del balcone e ho spento il cervello provando ad ascoltare quello che mi aveva bussato poco prima. Che cosa ho sentito? 
Queste le parole...del cuore:
"Dai si scherza a parlare male dei figli, a dire che non ci danno il tempo di fare niente. E' un gioco, un modo per sfogare, ma se la vogliamo mettere sul piano dei sentimenti è un'altra storia. Se si è una coppia infelice la colpa mica è dei figli? Certo ci mettono del loro ad acuire le cose che non vanno o a temprare la resistenza di ciascuno, ma non è mai colpa loro. 
Ci vogliono le palle per essere felici e giustamente non è una cosa che hanno tutti.
Se state ancora a pensare ai meccanismi dell'infatuazione fate bene a non volere figli perché quelli sono passeggeri, non i figli (quelli non vanno mai via), ma i meccanismi.
Per la felicità vera serve un fuoco duraturo mica uno di paglia, altrimenti per una donna basterebbe entrare in un negozio di scarpe e per un uomo in uno di tecnologia (o auto).
Mica vi devo spiegare la differenza con una gioia momentanea?
Una coppia è ricca dell'amore che da ai figli, ma soprattutto di quello che riceve da loro.
Se avete problemi di coppia e pensate che un figlio vi aiuti allora abbiate le palle di non farlo perché per amare un figlio ce ne vogliono almeno quattro.  


"E alla fine mi sono reso conto che avevo ricevuto più di quanto avevo dato, che ero creduto più di quanto credessi, ed ero amato più di quanto amassi. E quello che cercavo non si poteva trovare, ma era da fabbricare" dal film Un amore rinnovato (1988) 


2 commenti:

antonellaVì ha detto...

Hai ragione Francesco.....per essere felici o per lo meno tentare di esserlo ci vogliono le palle!!

Anonimo ha detto...

... parlo da studentessa italiana trasferita da 4 anni in UK. Lo studio sara' pure della Open University (che non e' una delle migliori eh...) e se soprattutto la popolazione dello studio e' quella inglese, che e' gente senza valori e molto poco aperta... allora e' tutto dire! Viva l'Amore, viva l'Italia!



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...